Artigiano in fiera 2018. Una splendida occasione per mettersi alla prova! E-mail
Hospes News E’ stata un’esperienza di lavoro, di crescita e di scoperta. Tra l’1 e il 9 dicembre gli studenti del corso “Tecnico per il Turismo” dell’Erminio Maggia hanno partecipato a L'Artigiano in Fiera di Milano, uno degli appuntamenti fieristici più attesi e prestigiosi al mondo, che unisce artigianato, cultura e folklore. Il loro compito era gestire lo spazio riservato alla destinazione turistica Alto Piemonte Turismo all’interno dello stand della Regione Piemonte, dando informazioni sul territorio, per esempio promuovendo i prodotti turistici riguardanti l’artigianato artistico valsesiano, l’offerta neve stagionale 2018-2019 e gli eventi di interesse delle quattro province che formano Alto Piemonte Turismo: Verbano-Cusio-Ossola, Biella, Novara e Vercelli.  A essere coinvolti nel “servizio” erano alcuni ragazzi di seconda, terza, quarta e quinta dell’indirizzo Tecnico Turistico, coordinati dal prof. Riccardo Fava Camillo, presidente HOSPES.

Gli studenti si alternavano a gruppi di due o tre, accompagnati da alcuni docenti dell’Istituto, e affiancavano i responsabili di Alto Piemonte Turismo. “L’Artigiano in Fiera è la fiera più bella che abbia mai visto, rifarei mille volte questa esperienza”, dice Denise Grifalconi, della 5^ TT. “E’ un’ottima occasione per mettersi alla prova, conoscere i propri limiti e ampliare il proprio bagaglio culturale”, riflette la sua compagna di classe, Giulia Rossi, che partecipa all’evento per il terzo anno consecutivo. All’edizione 2018 hanno preso parte anche due studentesse di seconda, che per la prima volta si sono misurate con un “servizio speciale”, diverso dal normale Progetto Training con cui si allenano a scuola simulando la realtà lavorativa. “Prima di andare in fiera ero molto intimorita, ma una volta lì mi sono divertita molto”, dice Martina Guida. “Quest’esperienza mi è servita per capire come approcciarsi alle persone”, afferma Chiara Napolitano.

Nei padiglioni della fiera c’era un viavai di persone e i visitatori potevano entrare in contatto con un crogiuolo di culture, assistere a spettacoli, conoscere tradizioni di Paesi lontani, assaggiare cibi esotici ma anche squisiti prodotti simbolo della cucina made in Italy. “E’ un’ottima opportunità per noi studenti e per le aree turistiche presenti in Fiera, un modo per mettersi in gioco in un mondo non abbastanza conosciuto”, spiega Selene Mazzoni, classe quinta. Gli alunni della 3^ TT hanno scelto tre aggettivi per definire quest’esperienza: “interessante”, “formativa” e “affascinante”. “In futuro spero di poter lavorare alla Fiera come organizzatrice”, dice Giorgia Spelta, 5^ TT, mentre Edoardo Rispoli, 4^ TT, la definisce “un’esperienza entusiasmante” e Lorenzo Appetito, sempre 4^ TT, aggiunge: “E’ un progetto importante perché ci dà la possibilità di vedere una realtà diversa e stimolante”.

Insomma, l’Artigiano in Fiera è stata un’esperienza che è piaciuta a tutti i ragazzi che vi hanno partecipato, oltre ad essere un modo per ampliare cultura e conoscenza.
 
a cura di Chiara Brusa Gallina
 
 
 
 
 
< Prec.   Pros. >
Associazione Hospes - Viale Prof. Albano Mainardi, 3 - 28838 Stresa (VB)
Tel. 366 7219457 - Cod.Fisc. 00461920035 - Privacy Policy