Assemblea 2014 E-mail

Ti lascio il banco, Hospes senior e Hospes junior a confronto.

Ti lascio il banco, Hospes senior e Hospes junior a confronto.Stresa, sabato 29 novembre 2014 il Grand Hotel des Iles Borromées chiude la stagione con un evento d’eccezione.

L’Hospes nella ricorrenza del 60° anniversario della fondazione tiene l’Assemblea ordinaria dei Soci nella maestosa struttura liberty affacciata sulle rive del lago Maggiore di fronte alle isole Borromee.

Partecipano 91 Soci (un record) e alcuni graditissimi Ospiti tra cui: Ivan  Guarducci Presidente Fondazione Comunitaria del VCO, verso fine evento Giuseppe Bottini Vice Sindaco Città di Stresa, Comandante Comando Provinciale dei Carabinieri. Inviano i loro saluti: il Prefetto, il Questore del Verbano Cusio Ossola e la Dott.ssa Marzia Baracchino responsabile del settore promozione turistica della Regione Piemonte.

Ottimi risultano i servizi di accoglienza, cortesia, ricevimento, accreditamento e assistenza Ospiti da parte degli studenti.

Ore 9,30 l’evento si apre con il benvenuto del Presidente Hospes Comm. Alberto Gozzi e l’esposizione del Codice d’Onore da parte degli studenti.
Segue la premiazione Hospes degli studenti più meritevoli nell’anno scolastico 2013-2014: Marco Testoni, Tecnico Servizi Ristorazione settore sala bar; Federica Raimondi, Tecnico Servizi Turistici; Giorgia Ferrara, Tecnico Servizi Ristorazione settore cucina. I tre hanno conseguito il diploma di maturità con valutazione 100/100. Giorgia non presente (ha ritirato il premio la mamma) in quanto impegnata al lavoro a Londra al The Water Side Inn invia testimonianza scritta: “Buongiorno a tutti, mi trovo in difficoltà a racchiudere in poche righe la mia esperienza in Inghilterra al “Waterside Inn";
[…] sono arrivata qui a settembre grazie alla ferma raccomandazione del professor Fava. Ho svolto uno stage della durata di due mesi […]Durante questo periodo ho avuto modo di mettere in pratica tutto ciò che ho studiato. All'inizio è stato difficile trovarmi da sola in un altro paese, parlando una lingua diversa e essendo il membro più giovane di un team esperto e preparato in un ristorante di così alto livello. Ma di giorno in giorno, grazie alla costante presenza dei miei manager e del miei colleghi, ho avuto modo di ambientarmi e amare sia la professione di commis nella lussuosa sala ristorante sia la frenetica vita in cucina; fino a confermare la mia assunzione. Questa esperienza è più di quanto potessi immaginare a soli diciannove anni. In questo ristorante mi sono davvero resa conto di quanto sia stata importante la mia formazione scolastica […]. La mia esperienza quindi non si può dire sia iniziata a settembre, ma più di cinque anni fa quando per la prima volta sono entrata al Maggia perché ciò che questa scuola mi ha lasciato lo porterò ovunque andrò, insieme alla mia valigia”.

Ore 10 l’Assemblea dei Soci discute e delibera sul seguente ordine del giorno: lettura della relazione del Consiglio di Amministrazione, da parte del Vice Presidente Vicario Prof. Riccardo Fava Camillo. Presentazione del rendiconto patrimoniale al 30 giugno 2014 da parte del Consigliere Dott. Erminio Maggia. Relazione Presidente del Collegio Sindacale Dott. Renzo Colombo. Presentazione del bilancio preventivo per l’esercizio 2014-2015 da parte del Dott. Maggia. Sia il bilancio consuntivo che quello preventivo vengono approvati dall’unanimità dei Soci.
Elezione del Consiglio di Amministrazione: viene determinato che i componenti per il triennio in carica saranno 13; all’unanimità l’Assemblea elegge i Signori: Roberto Abbondio, Valerio Beltrami, Alfonso Fasola, Riccardo Fava Camillo, Silvano Fortina,  Alberto Gozzi, Erminio Maggia, Franco Mariani, Haralabos Melenos, Gianni Mezzetti,  Giovanni Pessano, Daniele Preda, Giovanni Rottoli.
L’Assemblea all’unanimità, con battito di mani, rielegge in qualità di Presidente il Comm. Alberto Gozzi.
L’Assemblea all’unanimità riconferma i componenti del Collegio Sindacale: Dott. Renzo Colombo, Rag. Cinzia Marnati, Dott. Matteo Molina.
Prima della chiusura della parte assembleare prende la parola il Prof. Giovanni Pessano, già docente dell’Istituto, il quale con dovizia di particolari informa i Soci sul tema della costruzione del nuovo plesso scolastico.

Ore 11 “Le alte mete” conversazione con i Soci Hospes Junior per un progetto a beneficio degli studenti della “Scuola di Stresa”, oltre al Presidente Gozzi intervengono la Prof.ssa Francesca Morleo e gli Studenti: Alfano Federico, Baldin Laura,  Bonelli Stefano, Caretti Carlotta Dottore Alessandro, Fè Virginia, Neri Sofia.
Alla maniera di un talk show il Presidente soddisfa curiosità e scioglie dubbi sulle perplessità degli Studenti relative al loro futuro lavorativo. Si distingue Alfano Federico che scatena in sala un ammirato applauso alla domanda “Come far capire alla gente la serietà del nostro lavoro in un’epoca che vede il bombardamento televisivo di programmi culinari con improvvisati chef?”.
A proposito di alte mete, vengono presentati due libri scritti da ex Studenti della “Scuola di Stresa”: “The Diego Masciaga – Way” di Diego Masciaga, direttore generale del The Waterside Inn, Bray on Thames Inghilterra; “Mangiar di caccia” ultima opera di Daniele Preda, per anni docente dell’Istituto “Erminio Maggia”, consigliere Hospes,  Maestro di Cucina ed Executive Chef.

Ore 12,00 “eBook Hospes, ecco la nuova Rassegna”,  interviene il Vice Presidente Vicario Prof. Riccardo Fava Camillo per presentare il Direttore responsabile Renato Andreoletti unitamente ai componenti della redazione, le docenti: Albertalli Valeria, Morleo Francesca, Poletti Silvia, Spinozzi Lara; le studentesse: Burlone Marta, Grandi Valentina, Lampugnani Marta, Mirani Chiara, Peraldini Jessica, Pingitore Alessia, Vescio Caterina, Zerletti Anna.
Il Direttore Andreoletti comunica che la redazione sta lavorano alla nuova pubblicazione che avrà quale tema “Accoglienza e Ospitalità”, prevista l’uscita entro aprile 2015.

Due anticipazioni da parte del Direttore: testimonianza di Silvia Barban studentessa anni 2003-2008: “Un viaggio verso il sogno americano. Nome e Cognome: Silvia Barban. Nata a: Varese il: 22 maggio 1989. Professione: Cuoca. Educazione: Istituto Alberghiero "Erminio Maggia " Stresa. Dove vivo? Brooklyn, New York City.  Con questo articolo vorrei parlarvi della mia storia , dei tanti sacrifici e della passione che mi ha portato ad essere Executive Chef al ristorante Aita in Clinton Hill, Brooklyn. Partiamo dall’inizio circa 11 anni fa, quando ho deciso di voler iscrivermi alla Scuola Alberghiera di Stresa . Tutti mi chiedevano perche fare 2 ore o più di viaggio per andare a scuola e la mia risposta era sempre la stessa "é la migliore e io ne voglio far parte, voglio il meglio per il mio futuro". Cosi ho passato 5 anni incredibili della mia vita… grazie all’aiuto di Diego Masciaga e di tanto lavoro e sudore fui in grado di entrare alla corte di Erbusco dal Grande Maestro Gualtiero Marchesi… ho voluto proseguire in un percorso più innovativo nel Ristorante 2 stelle Michelin di Giancarlo Perbellini… poi verso l America per fare una consulenza e aiutare l apertura del ristorante Giovanni Rana in Chelsea Market New York… cosi poco a poco lavorando duro e sempre con il sorriso e l’amore per la cucina mi promossero da chef di partita a Sous Chef, sotto di me lavoravano 50 persone da gestire, insegnare la cucina italiana e soprattutto con i quali comunicare…insomma qualcuno trovò qualcosa in me di speciale e mi offrì una posizione di Executive Chef nel ristorante Aita, dove attualmente lavoro…”.


Ultima intervista, prima della sua scomparsa, al Prof. Albano Mainardi da parte di Renato Andreoletti (estratto): “Albano Mianardi, una vita da insegnante. Articolo pubblicato su Hotel Domani n.3 aprile2001. Arrivo a Stresa in treno in una giornata piovosa di fine inverno quando il lago e il cielo tendono ad assumere lo stesso colore grigio ferro e la cittadina ancora addormentata in attesa di riaprire…
Albano Mainardi è una leggenda vivente. Statura media per i suoi tempi, che per i dettami moderni tende al piccolo, magro come un fuso, il passo vivace di chi non è mai stato capace di stare fermo un momento, lamenta che da un anno incomincia a sentire l’età incurvandosi leggermente in avanti. Lucido come vorrei lo fossero tanti quarantenni e cinquantenni che conosco, ha una memoria mirabolante e la freschezza del pensiero di un giovane. Come tutte le persone davvero grandi, non è conscio dell’importanza di ciò che ha realizzato con l’intera sua vita e sembra sempre quasi scusarsi per non aver potuto realizzare qualcosa di ancora più importante. I suoi ex allievi stravedono per lui e l’affetto che lo circonda è l’attestato migliore che credo ogni essere umano possa auspicare. Albano Mainardi nella sua lunga esistenza ha costruito un impero: ha insegnato a più di 10.000 giovani a cavarsela con onore e dignità nella vita, non solo in quella professionale...”.

Ore 12,30 l’incontro si chiude con la Colazione dell’Amicizia, ottimamente curata dai responsabili di cucina e sala del Grand Hotel des Iles Borromées, alla quale hanno preso parte circa 80 Ospiti tra Soci e non.

E'
stato un sabato mattina piacevole in un clima di amicizia, ma soprattutto sono state ore di crescita per gli studenti che hanno vissuto un momento significativo di incontro-confronto con chi ha ceduto loro il proprio banco di scuola.

Questo documento si è potuto realizzare solo grazie alla preziosa collaborazione della Prof.ssa Francesca Morleo.

GUARDA LA FOTOGALLERY DELL'EVENTO...

SCARICA IL VERBALE DELL'ASSEMBLEA...

 
< Prec.   Pros. >
Associazione Hospes - Viale Prof. Albano Mainardi, 3 - 28838 Stresa (VB)
Tel. 366 7219457 - Cod.Fisc. 00461920035 - Privacy Policy